silvia_ciani@hotmail.com    cel. 3397183595 

logo silvia ciani

Biologo Nutrizionista

News

Perchè non riesco a perdere peso?

Troppo spesso si sente dire  " i primi kg sono veloci e facili da perdere, poi diventa sempre piu' difficile, il dimagrimento rallenta fino a bloccarsi, la frustrazione prevale e la dieta viene abbandonata" ... Questo atteggiamento pero' provoca oltre che l'abbandono del programma, anche una propensione al recupero graduale del peso che con tanto sacrificio si era perso. Proviamo ad analizzare  insieme quali sono i motivi per cui vi è una interruzione della perdita di peso, Sono diversi e spesso dipendono anche da chi prescrive la dieta. Vediamo come 

- Iniziare con una dieta lontana da abitudini e ritmi consolidati, con orari e alimenti inusuali, che non tiene conto della personalità e dei gusti . Questa dieta forzata non aiuta la persona a proseguire il percorso, poichè le difficoltà per aderire al menu' propostoa volte diventano insormontabili e l'abbandono del programma inevitabile. 

- Voler perdere e far pedere peso velocemente:  una dieta troppo restrittiva rischia di far perdere acqua e massa magra, mentre per ottenere un calo di peso fisiologico e  "sano" occorre creare un moderato deficit calorico fra quanto ingeriamo e quanto spendiamo in termini di energia. Questo deficit si aggira intorno alle 350-500 kcalorie  rispetto al fabbisogno giornaliero, che puo' contribuire alla perdita del 0.5-1% del proprio peso a settimana  ( per cui in media per perdere 1 kg di grasso ci vogliono dalle 2 alle 4 settimane) 

- non associare alla dieta una adeguata attività fisica: la sedentarietà contribuisce a diminuire il nostro fabbisogno, per cui occorrono diete piu' restrittive e difficili da sostenere, mentre viceversa, una attività fisica costante, il movimento quotidiano associato ad esercizi per incrementare la forza e lo sviluppo muscolare, aumendta il dispendio energetico consentendo di seguire un regime dietetico meno importante . 

Nuova rubrica su Alimentazione, Ambiente e Sostenibilità

Da qualche anno ho iniziato ad accogliere nel mio staff nuove leve, ognuna con caratteristiche, predisposizioni e formazioni diverse. rosa valeriotiAttraverso anche la creazione di nuovi format, nuove rubriche, cerco di dar loro voce non solo per accrescere e stimolare la loro professione, ma anche e soprattutto per soddisfare la mia curiosità oltre che ampliare le mie conoscenze (non si finisce mai di imparare e d'altronde, studiare con menti giovani apre sicuramente orizzonti diversi!). 

Da oggi, con la giovane Biologa Nutrizionista Rosa Valerioti, nasce una nuova rubrica, Rosa and the Green Planet, che tratterà argomenti di alto impatto etico, sociale ed economico, inerenti la sostenibilità ambientale legata all’alimentazione.

 

La FAO, l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura, definisce l'alimentazione sostenibile come un'alimentazione a ridotto impatto ambientale che soddisfa le linee guida nutrizionali dal punto di vista economico, dell'accessibilità e dell'accettabilità culturale. Questa rubrica avrà lo scopo di contribuire a sensibilizzare il consumatore, ad adottare comportamenti adeguati a tutela della salute propria e del pianeta.

Per iniziare stileremo una serie di regole attraverso le quali scopriremo come abbracciare un’alimentazione più sostenibile, partendo da piccoli gesti quotidiani per avere un impatto minore sull’ambiente, per imparare a nutrirci con alimenti più sani e perché no, anche ad ottenere un risparmio economico. I prossimi articoli invece, approfondiranno le varie tematiche e i vari argomenti.

1. Scegli più prodotti vegetali.  Scegliere una dieta prevalentemente a base vegetale (ricca di cereali, frutta, verdura, legumi) con moderate quantità di carne, pesce, uova e latticini; consumare più cereali integrali. Sembra proprio quello che ci insegna la dieta mediterranea! La carne andrebbe mangiata massimo 2/3 volte a settimana (inclusi i salumi)!

2. Acquista prodotti stagionali a filiera corta. Spesso frutta e verdura vengono importanti da paesi esteri, per garantirci una copertura costante e totale tutto l’anno. L’Italia ha di per sé un patrimonio agroalimentare vastissimo, scegliere allora  prodotti italiani e per lo più locali puo' contribuire ad abbattere le spese e il consumo necessari per il trasporto.

3. Attenzione al prezzo Prezzi troppo bassi sono indice di prodotti di bassa qualità, fondamentalmente perché i lavoratori sono sottopagati o l’ambiente sfruttato troppo. I prodotti freschi hanno un prezzo al kilo minore rispetto ai prodotti congelati o già trasformati ed hanno anche meno packaging.

4. Evita gli ultra-trasformati Prediligi prodotti freschi ai prodotti già trasformati. I prodotti ultra-trasformati sono più impattanti per l’ambiente rispetto ai prodotti freschi,  perché subiscono più processi industriali di trasformazione prima di essere consumati.

5. Riduci gli sprechi  Circa 1/3 del cibo prodotto viene sprecato.  Mantenere sotto controllo la dispensa, controllando date di scadenza e consumando prima i prodotti aperti, fare la lista della spesa, per evitare di comprare cibo che non serve, consuma tutto il cibo prima di acquistarne altro cosi' da evitare di buttarlo.

6. Impara a leggere le etichette Oltre ai valori nutrizionali presenti in etichetta, gran parte dei consumatori non conosce la differenza tra la dicitura ‘da consumarsi entro’ e ‘da consumarsi preferibilmente entro’, la prima indica un prodotto che non è più salubre oltre la data di scadenza, la seconda un prodotto che può essere tranquillamente consumato dopo la data di scadenza ma che potrebbe aver perso parte della sua fragranza.

7. Bevi acqua dal rubinetto In gran parte delle città italiane l’acqua del rubinetto è sicura e potabile. Guarda le disposizioni del tuo comune! Il consumo di acqua del rubinetto consente di risparmiare molto, di evitare inutili imballaggi di plastica e anche la fatica di portare a casa le casse dell’acqua. Se predigi l’acqua in bottiglia a causa dell’odore di cloro usato per disinfettare l’acqua, puoi ovviare usando una caraffa filtrante. In alcuni comuni poi è presente il fontanello per la distribuzione dell'acqua, anche gasata. 

FONTI: https://www.eufic.org

Burlingame B, Dernini S. Sustainable diets and biodiversity: directions and solutions for policy, research and action. Roma: Fao, 2012.  

Comunicazione della Commissione Europea COM/2020/381 (2020). Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni: Una strategia "Dal produttore al consumatore" per un'economia giusta, sana e sostenibile.

world obesity day: età dello sviluppo e obesità di genere

      Il 4 marzo  è il  giorno dedicato alla sensibilizzazione e prevenzione dell'Obesità, il “World Obesity Day”. Gli ultimi dati del 2020 confermano che l'obesità colpisce 1 adulto su 6 e 1 bambino su 11 in tutto il mondo. E' un problema grave, perchè oltre ai problemi metabolici, organici e strutturali di cui l'obesità è responsabile, essa è collegata anche a problemi legati alla salute mentale. E' quindi importante affrontarla al suo insorgere per evitare l'aggravamnìento di tutte le condizioni e ridurre tutti i fattori di rischio per la salute. 

Leggi tutto...

10 regole per non esagerare a tavola a Natale

Sono già alcune settimane che festeggiamo per scambiarci gli auguri di Natale con aperitivi, cene, pranzi, merende  e quant'altro...in attesa della cena della Vigilia, che proseguirà per molti con il pranzo di Natale e S. Stefano; per altri i festeggiamenti continueranno ininterrottamente fino al Cenone di San Silvestro e per alcuni addirittura fino all’Epifania e oltre ( ad esaurimento ceste, pacchi alimentari o altro)…

Leggi tutto...

L'aperitivo: fa bene o fa male alla salute?

L’aperitivo oggi è diventato una consuetudine: al termine della giornata lavorativa è un’occasione per incontrarsi, stare in compagnia, rilassarsi chiacchierando, sorseggiando e mangiucchiando qualcosa, magari con un piacevole sottofondo musicale. Sicuramente è un momento che procura benessere a tutti nostri sensi, ma lo è anche dal punto di vista dietetico? È una sana abitudine? Questo è l'argomento che ho trattato nell'articolo di luglio sulla mia Rubrica di Nutrizione su laToscana nuova Luglio 2023 

Leggi tutto...

Marmellata, confettura e composta non sono sinonimi!


Questo mese, nella mia rubrica di nutrizione sulla rivista La Toscana Nuova, approfitto per fare chiarezza su marmellata, confettura e composta.

Spesso infatti facciamo confusione fra l’uno e l’altro o li utilizziamo come sinonimi, mentre in realtà sono diversi e dovremmo imparare a conoscerli meglio, per sceglierli e utilizzarli nella nostra alimentazione. Il Decreto Legislativo n. 50 del 20 febbraio 2004 che ne regola la produzione e vendita cosi’ definisce (in sintesi) la confettura e la marmellata:

Leggi tutto...

Consulenza Nutrizionale On Line

il portale dei biologi piccolaL’Ente di previdenza e assistenza dei biologi (ENPAB) , e la Federazione Nazionale degli Ordini dei Biologi (FNOB) hanno proposto un nuovo strumento online per rispondere alle nuove esigenze digitali dei professionisti. Si tratta di uno strumento volto a garantire la possibilità per i clienti di raggiungere i professionisti biologi in base alle specifiche competenze e alle professionalità offerte. 

Leggi tutto...

La dieta non fa mantenere i risultati nel tempo

L’incremento ponderale, la condizione di obesità e sovrappeso, il dismetabolismo, non sono assolutamente fattori indipendenti e la scienza medica non deve limitarsi alla cura del singolo sintomo, piuttosto capire e comprendere la complessità di tali manifestazioni per agire alla base di cio’ che innesca l’insorgenza ed il perpetuarsi delle condizioni patologiche.  Lo stile di vita, le abitudini, l’ambiente, il carattere, l’indole, il temperamento, il contesto sociale, sono tutti elementi che possono determinare delle alterazioni sul comportamento alimentare oltre che sullo stato metabolico.

Leggi tutto...

Allarme sovrappeso e obesità in adulti e bambini: la situazione in Toscana

Nel mese di maggio di quest’anno l’OMS ha presentato e pubblicato il Rapporto 2022 sull' obesità. Dal documento emerge che il 59% degli adulti europei e quasi 1 bambino su 3 (29% dei maschi e 27% delle femmine) è in sovrappeso o è affetto dall’obesità. L’ Italia purtroppo primeggia con una distribuzione non omogenea e prevalenza nelle regioni del sud. In Toscana, dagli ultimi dati esaminati (fonte: Okkio alla Salute dati 2019) e’ emerso che il 7% dei nostri bambini e’ obeso e il 21% in sovrappeso.

Leggi tutto...

Diabesity: Obesità Diabete e Sindrome Metabolica

A inizio mese ho curato una presentazione per un evento di formazione scientifica (ECM) indirizzato ai Biologi che si occupano di Nutrizione e Ambiente. Il mio intervento mirava all'aggiornamento delle attuali conoscenze epidemiologiche, fisiopatologiche, e di intervento di prevenzione e cura su Obesità e DIabete di tipo 2.

L'incidenza, purtroppo in aumento, di Obesità e Diabete di tipo 2 fra la popolazione, ha portato a coniare un termine nuovo, la Diabesity, in quanto una patologia non sembra escludere l'altra e viceversa.

Leggi tutto...

Matricole a rischio per sovrappeso e abuso di alcool

di Alice Guazzini e Silvia Ciani

Il periodo universitario può essere un periodo critico per i ragazzi perchè può aumentare il rischio di incorrere in cattive abitudini come la scarsa attività fisica, la bassa aderenza alla dieta mediterranea, l’elevato consumo di cibi ricchi di grassi, zuccheri, trash food e alcol. Queste condizioni possono stravolgere lo stile di vita e promuovere un aumento di peso che può persistere in età adulta ed avere conseguenze importanti sullo stato di salute.

Leggi tutto...

Il cioccolato fondente, un prebiotico toccasana per l’umore!

 di Alice Guazzini e Silvia Ciani 

E’ormai noto da tempo quanto il cioccolato fondente, il cosiddetto “cibo degli dei”, abbia numerosi benefici anche in termini di disturbi dell’umore, agendo attraverso l’asse intestino-cervello. Ma qual è la quantità corretta che permette a questo cibo funzionale di avere degli effetti positivi? A tal proposito è stato pubblicato sul Journal of Nutritional Biochemistry, uno studio in cui si afferma che 30 grammi di cioccolato extra fondente 85%, cioè tre quadratini al giorno, possono essere la misura opportuna per permettere a questo cibo divino, di avere effetti sull’umore e farci “raggiungere così la felicità.”

Leggi tutto...

"Alice in the WisdomLand" rubrica di divulgazione scientifica

Oggi come non mai (abbiamo visto e vissuto gli effetti dell'enorme disinformazione e della disomogeneità nella comunicazione riguardo al Sars-Covid 2) occorre che il Biologo metta a disposizione le proprie competenze e si impegni a diffondere e divulgare correttamente le informazioni che riguardano argomenti scientifici.  La conoscenza scientifica è a disposizione di tutti, è pubblica, è disinteressata (i principali organi che se ne occupano non sono governativi) ed è guidata dal rigore del metodo scientifico;

Leggi tutto...

Sindrome X fragile: l'importanza dell'educazione alimentare familiare

Conduco una rubrica mensile  di Nutrizione sul periodico La Toscana Nuova: Questo mese ho voluto centrare l'attenzione su un aspetto poco conosciuto e poco affrontato. Il valore della corretta alimentazione nell'educazione alla vita per le persone con disabilità cognitive. E' una proiezione piu' ampia, un progetto esteso di una visione nel tempo di un percorso non fine a se stesso come puo' essere la dieta, piuttosto saper comprendere quali siano i veri obiettivi, riconoscere i traguardi, circondarsi e farsi circondare di persone volenterose. Buona lettura.

Leggi tutto...

La Tavola di Natale: come organizzarsi per stare in salute

Ospite su Tv Prato alla trasmissione Parliamoci Chiaro, per parlare di come comportarsi "bene" a tavola a Natale

Il servizio è stato molto interessante, sia per gli interventi dei vari ospiti che per le interviste fatte sul campo. Qui puoi vedere il VIDEO  Posso quindi riassumere il mio contributo cosi': a Natale è meglio puntare sulla qualità piuttosto che sulla quantità, e , fatta eccezione per coloro che hanno serie e compromettenti patologie, non è necessario fare eccessive rinunce o restrizioni, dopotutto si tratta di un solo pasto. Le regole principali per non esagerare con le calorie comunque sono queste: non eccedere con l'alcool, allontanare il cestino del pane, farsi porzioni piccole per poter gustare tutto, solo un piccolo assaggio di dolce per finire (tenersene  magari una fetta per la colazione), evitare la frutta secca oleosa che è molto calorica e preferire quella fresca. Se il pasto è stato piu' abbondante, basta che il successivo sia piu' leggero, sicuramente ricco di liquidi e fibre per aiutare la digestione, come una minestra di verdura o una minestrina o dei tortellini in brodo accompagnati da un' insalata.

Leggi tutto...

Sindrome Post Covid e dieta: il decalogo delle regole alimentari

    Sta per uscire il mio nuovo articolo del mese di ottobre sulla rivista La Toscana Nuova di cui curo la rubrica del nutrizionista: questo mese ho voluto trattare un tema molto importante, l'alimentazione e la dieta per quei soggetti che non sono usciti indenni dalla malattia Covid-19 o sono ancora convalescenti. Già dopo i primi mesi della pandemia, diverse pubblicazioni scientifiche rilevavano quanto fosse importante garantire i fabbisogni nelle persone in terapia. L'Associazione Nazionale Specialisti in Scienza dell'Alimentazione (ANSISA), di cui faccio parte, ha redatto le  INDICAZIONI NUTRIZIONALI PER PAZIENTI AFFETTI DA COVID-19, ma numerose sono state le Società Scientifiche che si sono occupate della stesura di linee guida o di indirizzo per la gestione del paziente affetto da Covid-19, come quelle  della Società Italiana di Nutrizione Artificiale e Metabolismo (SINPE), oppure anche le raccomandazioni del documento congiunto della SINuC-SIAARTI /Società Italiana di Nutrizione Ciinica e Metabolismo per i ricoverati nei reparti di terapia intensiva e sub intensiva, solo per citarne alcune.  Dalla lettura dei vari articoli e dei vari documenti, ho stilato un decalogo di norme comportamentali e alimentari affinchè chi si ammala o è in convalescenza possa giovarne...buona lettura. 

Leggi tutto...

Nasce la nuova Rubrica della Nutrizionista Silvia Ciani: la Salute in Cucina con lo Chef Roberto Miceli

  In collaborazione con Roberto Miceli  prende il via questa nuova rubrica di interessantissime ricette, nata grazie alla passione di Roberto per il suo lavoro, e alla mia voglia di integrare le competenze di Nutrizionista in ambito culinario, con personale esperto del settore, per poter trasmettere le buone norme alimentari nella pratica quotidiana: saranno proposti alcuni piatti, scelti appositamente da me e dallo chef, che saranno valorizzati dal punto di vista nutrizionale, con suggerimenti alimentari per eventuali abbinamenti, e "raccontati" per l'esecuzione da Roberto. Saranno piatti che dimostreranno quanto si puo' mangiare bene , sano e di gusto al ristorante come a casa...basta solo un pizzico di dedizione e organizzazione...il resto vien da se. Buon appetito con la prima di molte altre!

Leggi tutto...

Consigli alimentari e regole comportamentali per l'estate

    Caldo, sole, mare, montagna, viaggi, riposo, divertimento, compagnia... Quest’anno come non mai, questi termini ricorrono spesso come un effettivo e meritato premio ai sacrifici che l’ultimo anno e mezzo di pandemia ci ha costretto a sopportare (lockdown, smart working, didattica a distanza, interruzione degli sport, chiusura dei luoghi pubblici …) peggiorando anche gravemente il nostro stato di salute sia fisica che mentale. Dobbiamo pero’ stare attenti a non esagerare nel concederci svaghi e trasgressioni poiché la voglia di “uscire” e di “star fuori” puo’ portare ad alterare il ritmo sonno-veglia, a farci dormire di meno, ad avere orari non regolari, e conseguentemente a mangiare di piu’ e male, quindi peggiorare il nostro stato di salute.

Questa estate dovrebbe infatti essere l’occasione tanto attesa per prendersi cura di se’ qualora ci fossimo trascurati. Quindi, ben vengano le occasioni sociali, ma all’insegna della sana alimentazione, del consumo moderato di cibo e alcool e del giusto riposo, soprattutto tenendo sotto controllo 3 elementi fondamentali per non avere brutte sorprese sulla bilancia a fine mese: idratazione, regolarità dei pasti e movimento.

Leggi tutto...

L'olio extravergine di oliva: la qualità non è un opinione

Il 10 giugno ho realizzato una presentazione/docenza  con attribuzione ECM nel ciclo di incontri "i giovedi' di ENPAB - i wbinar per il rilancio" Il tema trattato è stato il seguente: 

ll ruolo2021 06 10 4 del Biologo nella sostenibilità ambientale e alimentare: dalla materia prima al rifiuto

 La sostenibilità ambientale e alimentare un binomio che trova nella professione del biologo il riferimento per applicare correttamente tutto quello che prende il nome di “buone pratiche”.

La filiera alimentare, dalla produzione delle materie prime, la preparazione dei prodotti fino al suo smaltimento, rappresenta una parte importante nella gestione di un bilancio di sostenibilità.

Il momento storico che stiamo vivendo, a seguito dell’emergenza sanitaria, richiede impegno per accrescere la cultura e la consapevolezza che i sistemi integrati di sostenibilità (dall’ambiente all’economia) siano la garanzia per il futuro.

Interverranno: Laura Cutini, Silvia Ciani, Sonia Croci, Simone Zecca

Leggi tutto...

La gravidanza

La gravidanza è un particolare stato fisiologico nella vita di una donna. Quando dalla porta entra una paziente che è in stato interessante, devo dire che mi suscita sempre una piacevole emozione per le grandi aspettative e il clima di novità e curiosità che si instaura subito. Poi all'anamnesi arrivano tutte le tensioni e preoccupazioni per la salute ( per la mamma ed il nascituro) legate a particolari aspetti della gravidanza; alcuni prevedibili, perchè preesistenti, come lo stato di sovrappeso o la presenza di alcune patologie, altri imprevedibili, quali disturbi, modificazioni corporee, alterazioni metaboliche.

Leggi tutto...

Intervista: alimentazione scorretta o disturbo alimentare?

Oggi sono con Salute Buongiorno, un'occasione per chiarire quali sono le basi di una corretta e sana alimentazione, ma anche riuscire ad individuare quei comportamenti scorretti che possono degenerare in disturbi dell’alimentazione. Come sempre la Dieta Mediterranea resta sinonimo di salute e prevenzione

Leggi tutto...

Le nuove abitudini alimentari durante la pandemia.

Gli effetti del primo lockdown, nella primavera dello scorso anno, hanno lasciato un' impronta decisiva sulle abitudini e gli stili di vita degli Italiani. Se pur durante un primo, breve, periodo iniziale, il comportamento sia stato un po’ caotico, con il passar del tempo, le persone hanno cominciato ad adattarsi alla nuova condizione di emergenza sanitaria e a compiere scelte alimentari e comportamentali ben definite, in ragione della salvaguardia della propria salute.

Leggi tutto...

Coronavirus Dieta e Sistema Immunitario: le regole fondamentali

     Non esiste una Dieta specifica contro l’infezione da SARS-CoV-2, piuttosto esistono strategie per potenziare o rendere piu’ efficiente il nostro Sistema Immunitario in difesa di tutte le infezioni, sia batteriche che virali.

Il Sistema Immunitario infatti, sia quello responsabile dell’immunità innata o aspecifica (che abbiamo fin dalla nascita), sia quello responsabile dell’immunità adattativa o specifica (che si instaura durante il corso della vita e si rafforza anche grazie alle vaccinazioni) risente di molteplici fattori, quali lo stress, l’ambiente, l’età, le condizioni fisiche (la febbre, la gravidanza e l’allattamento, le malattie, il peso…) oltre che dello stato nutrizionale.

Leggi tutto...

Team Multidisciplinare Sovrappeso e Obesità a Firenze

   Presso il mio studio artEnutrizione, in via Leopoldo Pellas 14 d , a Firenze, sono finalmente riuscita, grazie ai miei Collaboratori, a creare e strutturare un Intervento multidisciplinare per la cura e la prevenzione del sovrappeso e dell’obesità.

    Il nostro intento, mio e dei Colleghi, è sempre stato quello di offrire una prestazione di alto livello (grazie alla nostra continua formazione e alle nostre singole competenze ed esperienze), e da adesso si sono create finalmente le condizioni per poter offrire ad un prezzo contenuto, la miglior cura partendo da una Valutazione Completa Multidisciplinare (comprensiva di Valutazione Nutrizionale, Medica e Psicologica) consentendoci di personalizzare precocemente l'intervento e renderlo piu’ efficace. 

Leggi tutto...

Sulle Foto del Prima e del Dopo

Perché non pubblico foto del prima e del dopo?

E’ una domanda a cui mi sento in obbligo di rispondere, poiché da sempre, questo è il periodo in cui vi è maggior richiesta di un intervento nutrizionale per rimettersi in forma o perdere qualche chilo accumulato nei mesi precedenti, ora ancor di piu’ visto il lungo periodo di quarantena dovuto al Covid-19. 

Se vi è l’intenzione di vendere un prodotto, una delle strategie migliori è quella di illustrare i risultati, gli effetti positivi del prodotto in questione, affinché il cliente sia invogliato ad acquistarlo. Si tratta per lo più di raffinate tecniche di marketing. Io mi occupo della persona, la mia è una prestazione a carattere sanitario, e non a caso chiamo i miei “clienti” “Pazienti”. In questo caso il rapporto causa-effetto, risultati/benefici di un particolare trattamento, deve essere dimostrato attraverso rigidi criteri scientifici, un po’ come si fa con un farmaco, o con un trattamento riabilitativo, e quindi anche nella scelta di un regime alimentare per un ritorno alla salute o per prevenzione….se si adotta un metodo, bisognerebbe riportare il prima e il dopo trattamento di tutti i pazienti e non riportare soltanto i casi “positivi”, ma far rientrare nella casistica anche tutti i “resistenti” al trattamento e pure coloro che abbandonano il programma (i drop out)…Non credo convenga a nessuno.

Leggi tutto...

Quarantena e impatto sulla Salute, sull' Alimentazione e sullo Stile di vita

Riporto questo articolo poichè conferma quanto ho anticipato in una relazione che ho tenuto per un'associazione una settimana fa.

I risultati preliminari di un'indagine condotta da un gruppo di ricercatori dell'Università di Roma Tor Vergata, ha evidenziato quanto le abitudini e lo stile di vita sia cambiato durante questo periodo di quarantena; quasi 1 persona su 2 ha dedicato il proprio tempo a preparare dolci e 1 su 3 lo ha dedicato alla panificazione casalinga (pizze e focacce). Risulta che quasi metà della popolazione ha ecceduto in generale con gli zuccheri anche a causa del forte stress continuativo, che ha indotto la scelta proprio di alimenti ricchi  (craving) di questa sostanza. 

Leggi tutto...

Attualità in tema di alimentazione e salute in quarantena

In questi giorni ho tenuto una conferenza web per un'associazione di cui faccio parte, l' Anapoo (Associazione Nazionale Professionisti di Olio di Oliva), in quanto Tecnico assaggiatore. Tale conferenza ha avuto un taglio divulgativo, ma è stata l'occasione per esaminare una serie di dati osservazionali sui comportamenti dei consumatori durante questo periodo di quarantena per il virus Sars-CoV-2 e dati preliminari sulla salute mentale della popolazione Italiana

Leggi tutto...

Attività fisica e sana alimentazione corrono insieme

Attività fisica e sana alimentazione corrono insieme

Da Marzo la pandemia ci ha costretti all'isolamento, alla limitazione degli spostamenti, all’inattività….Mentre si affrontano le problematiche economiche, politiche e sanitarie legate alla riapertura di varie attività lavorative, le norme comportamentali e igieniche per contenere la diffusione del virus dovranno essere adottate ancora per lungo tempo, in attesa di cure, di vaccini….

Leggi tutto...

CONSULENZE ON LINE IN QUARANTENA

…. anche per il futuro?

L’emergenza coronavirus sta accelerando un cambiamento, una riforma strutturale che il governo, attraverso il Ministero della Pubblica Amministrazione e il Ministero del Lavoro, sta incoraggiando: il lavoro agile.

Per le aziende, fino ad oggi, non è mai veramente partito in Italia, sia nel pubblico che nel privato poiché bloccato da schemi troppo legati alla presenza effettiva, piuttosto che alla produttività del lavoro svincolata dal luogo fisico. Per quanto riguarda le consulenze professionali, non c’è mai stata una vera e propria normatizzazione a riguardo, anche perché molto legata al sistema informatico/telematico del professionista e del cliente, assolutamente non scontato e assai disomogeneo fra le parti, oltre che non legittimato in termini di privacy. Ma l’attuale particolare situazione sta imponendo ad entrambi, professionista e cliente, l’adeguamento a idonei sistemi di comunicazione per poter erogare ed usufruire dei servizi.

Leggi tutto...

Dieta e Diabete, report sulle Linee Guida Americane

Report tratto dall’edizione 2019 delle Linee Guida della Società Americana del Diabete (American Diabetes Association - ADA).

Le Linee guida formulano alcune raccomandazioni. Di seguito sono riportati alcuni degli aspetti legati all'alimentazione che riprendo dalla seguente fonte https://www.fondazioneserono.org/endocrinologia/ultime-notizie-endocrinologia/linee-guida-2019-della-societa-americana-del-diabete-come-adeguare-lalimentazione/

Leggi tutto...

DIeta vegetariana si, ma...attenzione ai disturbi alimentari!

Negli ultimi 50 anni  il numero di persone che seguono una dieta vegetariana è aumentato, il che potrebbe essere una buona cosa per la salute e la prevenzione. Purtroppo pero' risultano aumentati i disturbi del comportamento alimentare, tra cui l'ortoressia, una forma di attenzione abnorme alle regole alimentari, alla scelta del cibo e alle sue caratteristiche. Sembrerebbe che la connessione causale tra comportamenti ortoressici e vegetarismo sia ampiamente documentata, ma  le prove a sostegno di questa ipotesi sono state in gran parte incoerenti.

Leggi tutto...

artEnutrizione amplia le competenze

volantinoAN 01

Presso il mio Studio artEnutrizione, le discipline si moltiplicano e l'interdisciplinarietà , cioè la possibilità di creare percorsi terapeutici condivisi fra le diverse figure, diventa una realtà.

Leggi tutto...

Le Noci Pecan...aiutano il nostro cuore!

Riporto qui i risultati di uno studio clinico randomizzato su soggetti con malattia coronarica, in particolare, sono stati valutati gli effetti di una dieta arricchita con le Noci Pecan sul profilo lipidico.  
Nello specifico, lo studio, che è stato realizzato in Brasile, era strutturato al fine di valutare gli effetti di una dieta sana arricchita con noci pecan o olio extravergine di oliva sul profilo lipidico di pazienti con malattia coronarica (CAD). 

Leggi tutto...

Come fare per rimettersi in forma dopo le feste Natalizie e di Fine Anno?

Ecco alcune delle semplici regole che ripropongo oramai tutti gli anni, poichè queste festività compromettono spesso quei delicati equilbri raggiunti sulla bilancia o sul foro della cintura dei pantaloni....
 1- riporre in dispensa tutti gli alimenti non deperibili (dolci, panettoni e pandori) e toglierli dalla vista per non cadere in tentazione e usarli eventualmente a colazione.
2- non saltare i pasti altrimenti la fame ci porterebbe ad aprire quella dispensa .
3- fare attività fisica, col proposito di farla per tutto l'anno.
4- alleggerire i pasti dopo le feste preferendo cibi semplici, usare frutta e verdura per raggiungere la sazietà, utilizzare prodotti integrali e legumi al posto di primi e secondi per abbassare l'indice glicemico e ridurre l'apporto di grassi.

....nel frattempo AUGURI!

 
 

Le Nuove LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE

Finalmente ci siamo!

Le nuove Linee Guida, rispetto alle precedenti del 2003, sono state redatte perché vi era la necessità di una revisione della letteratura scientifica alla luce dei più recenti consensi scientifici e documenti di indirizzo sovranazionali. Negli ultimi 15 anni c’è stata infatti una rivalutazione di alcuni concetti:

Leggi tutto...

CANNABIS MEDICINALE….FA BENE?

 ….ancora non ci sono evidenze che permettano una regolamentazione precisa!

Negli ultimi anni, sono stati fatti vari studi sull’impiego dei cannabinoidi in varie condizioni patologiche. Ultimamente pero’, una revisione di questi studi rivela che non vi sono evidenze scientifiche sufficienti per tale uso nella terapia delle malattie mentali quali soprattutto ansia e depressione.

Leggi tutto...

Lo studio NutriNet-Santé dimostra che avere l’abitudine di bere bevande ricche in zucchero aumenta il rischio di sviluppare il cancro

E’ stato condotto uno studio di coorte prospettico basato sulla popolazione francese, la coorte NutriNet-Santé, (più di 100mila persone di età media 40 anni, seguite per più di 5 anni tra il 2009 e il 2017) per valutare le associazioni tra il consumo di bevande zuccherate (come succhi di frutta al 100%), bevande zuccherate artificialmente e il rischio di cancro generale, della mammella, della prostata e del colon-retto.

Leggi tutto...

artEnutrizione

Lo Studio Professionale artEnutrizione nasce dall'esigenza di unire due passioni di due compagni di vita, l'arte di Riccardo Macinai e il lavoro come nutrizionista di Silvia Ciani. 

Leggi tutto...

Collaborazione con Alimentitaly - pasti a domicilio

pasti personalizzati a domicilio

Da settembre, inizio un nuovo approccio di educazione alimentare: e' rivolto a coloro che non hanno la possibilità di prepararsi cibi semplici e sani a casa perchè sempre fuori o per mancanza di tempo, per chi ha bisogno di variare la propria alimentazione con alternative ai soliti pasti, per chi deve imparare a ridimensionare le proprie porzioni, per chi ha bisogno di pasti completi ma adattati alle proprie esigenze metaboliche. 

Leggi tutto...

Revoolution Project - Università degli Studi di Firenze

Sto partecipando, in qualità di Assaggiatore di Olio Extravergine di Oliva, alla realizzazione di un progetto universitario ambizioso: validazione di una metodica strumentale (il naso elettronico) che possa distinguere fra le sostanze volatili, sia i difetti, che le caratteristiche qualitative di un olio extravergine di oliva...presso il Dipartimento di Ortoflorofrutticoltura - Polo Scientifico. Alle sedute di assaggio arrivano olii pregiati di aziende di tutto il mondo. 

Leggi tutto...

A proposito di Allergie Alimentari (i veri test diagnostici)

Ministero della Salute – Aggiornato il documento "Allergie alimentari e sicurezza del consumatore”
Per tutelare la sicurezza nutrizionale del consumatore allergico e promuovere la conoscenza del fenomeno tra gli operatori del settore alimentare, il Ministero della Salute ha aggiornato il documento "Allergie alimentari e sicurezza del consumatore - documento d’indirizzo e stato dell’arte", in base alle evoluzioni normative, scientifiche e pratiche in materia.

Leggi tutto...

Poca carne, molta verdura e legumi: la dieta per sfamare 10 miliardi di persone

in un articolo pubblicato su Lancet di uno studio durato due anni https://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736(18)31788-4/fulltext?utm_campaign=tleat19&utm_source=hub_page, pubblicato il 17 gennaio sul Lancet, a firma della EAT-Lancet Commission on Food, Planet, Health, che riunisce 37 esperti di agricoltura, nutrizione e cambiamenti climatici provenienti da tutto il mondo si preannuncia una visione catastrofica per il nostro futuro: il pianeta non sarà in grado di sostenere l’attuale stile alimentare.

Leggi tutto...

BabyGnam

Ecco tutte le realtà innovative di baby food nel mondo... e l'Italia la rappresentiamo noi!!!

Leggi tutto...