logo silvia ciani

Biologo Nutrizionista

Prevenzione e Cura del Sovrappeso e dell’Obesità - Team Multidisciplinare

Intervento multidisciplinare per la cura e la prevenzione del sovrappeso e dell’obesità attraverso percorsi interdisciplinari personalizzati

Obiettivo: offrire la miglior cura partendo da una valutazione completa multidisciplinare, personalizzando l’intervento rendendolo piu’ efficace attraverso l’interdisciplinarità. 

Razionale: il sovrappeso e l’obesità sono indici di sofferenza corporea, risultato di stili di vita errati, predisposizione genetica, contesti ambientali e comportamentali alterati, disagi emotivi, problemi psicologici, alterazioni metaboliche e endocrinologiche, malattie, uso di farmaci….è evidente come la molteplicità dei fattori coinvolti possa contribuire al perpetuarsi di tale condizione, aggravandone la comorbilità: concentrarsi su un unico fattore, il peso, o un unico intervento, la dieta, puo’ non essere risolutivo, anzi spesso puo’ rivelarsi controproducente, poiché non affrontando il problema alla base, si possono innescare meccanismi comportamentali e metabolici di compensazione con la conseguenza di peggiorare il quadro clinico.

Diventa quindi essenziale affrontare il sovrappeso e l’obesità tenendo conto di tutti quegli aspetti che ne hanno causato l’insorgenza ed il mantenimento, cercando di migliorarli, modificarli, curarli. 

La Società Italiana per l’Obesità (SIO) e l’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica (ADI), hanno redatto nel 2017 gli Standard Italiani per la cura dell’Obesità, sulla base delle Evidenze Scientifiche (attribuendo categorie di evidenza), nell’ambito dei trattamenti piu’ appropriati per la cura dell’Obesità sia a livello del SSN che della rete sul Territorio. Le caratteristiche principali delle linee di intervento riguardano l’integrazione delle varie discipline nella presa in carico del paziente, individuando vari livelli di cura. Pur restando il Sistema Sanitario Nazionale il principale e fondamentale ente erogatore del servizio, non tutta la popolazione afferisce direttamente a questo, fintanto che non raggiunge un grado oggettivo e/o di consapevolezza sulla condizione di obesità grave e di comorbilita’.

La Società Europea per lo Studio dell’Obesità (EASO), ha recentemente aggiornato, nel 2019, le nuove linee guida per la gestione dell’obesità dell’adulto nelle Cure Primarie, e ha focalizzato l’importanza di un approccio centrato sul paziente: tale approccio deve essere caratterizzato da una buona comunicazione, da interventi motivazionali e dalla educazione terapeutica. In particolare raccomanda di evitare la stigmatizzazione, di gestire gli aspetti psicologici della malattia puntando a migliorare l’autostima, l’immagine del corpo e la qualità della vita. Ma non sempre il Medico di Medicina Generale puo’ occuparsi in modo sistematico di tutti questi aspetti (oltre quelli clinici riguardanti le comorbilità e gli obiettivi terapeutici); spesso puo’ capitare di sottovalutare il problema nel caso del sovrappeso o ad inviare ad altri quando la condizione di obesità è poco gestibile o piu’ difficile da affrontare.

Diventa quindi essenziale la Prevenzione, che puo’ manifestarsi attraverso l’offerta per i pazienti e per i Medici di Medicina Generale, di una tipologia di trattamento che si avvicini allo standard di cura ritenuto piu’ efficace dalla comunità scientifica, cosi’ da arrestare o ritardare il graduale peggioramento della condizione morbosa tipica della obesità.

Leggi tutto...

Stop alla Consulenza OnLine, ok alla TeleBiologia

A causa dell’emergenza Coronavirus, grazie ad una deroga dell'Ordine Nazionale dei Biologi, è stato possibile offrire provvisoriamente un servizio di Consulenza OnLine sia per garantire la dovuta continuità per chi aveva già intrapreso un percorso nutrizionale con me, sia per quelle persone che avrebbero voluto iniziarlo, per tutto il periodo della quarantena

 

Ora che la Quarantena è finita, ne è stata revocata l'attuazione, per cui non è piu' possibile attivare le Prime Valutazioni OnLine nonostante queste mantenessero le caratteristiche delle tradizionali Prime Visite in Studio sia per adulti  che per bambini . Durante queste  consulenze infatti solo la rilevazione delle misurazioni (peso, altezza e circonferenze) era eseguita a cura del paziente dietro mie precise indicazioni.

 

Questo servizio di Consulenza OnLine quindi non puo' piu' al momento essere attuato, mentre permangono le Prime Visite Nutrizionali e Visite di Controllo in Studio, naturalmente svolte nel rispetto delle disposizioni ministeriali per quanto riguarda l'adozione  di norme igieniche e le prescrizioni di distanziamento sociale dovute all'emergenza coronavirus. 

 

CONSULENZA NUTRIZIONALE A DISTANZA  (TELEBIOLOGIA)

Si tratta di una Consulenza Professionale Scientifica tramite contatto telefonico, e-mail o videochiamata (Skype, WhatsApp GoogleMeet, Duo o altre piattaforme che garantiscano la sicurezza nella trasmissione dei dati e la privacy mediante crittografia e conformità al GDPR...), in ambito delle Scienze Biologiche, della Scienza dell'Alimentazione e dell'Educazione Alimentare, per le Aziende, per le Scuole e per i Privati. 

Puo' essere indicata anche per coloro che vogliono integrare nel Percorso Nutrizionale, le Consulenze Nutrizionali attraverso Videochiamata, a patto che abbiano eseguito una Prima visita in Studio, con Controlli in Studio pianificati (mensili) per la rilevazione dei parametri antropometrici e/o bioimpedenziometrici, poichè, per motivi logistici, per malattia, per limitare le probabilità di contagio da Coronavirus, vogliono ridurre il numero di incontri in Studio. Il servizio non sostituisce la prestazione tradizionale nel rapporto nutrizionista-paziente, piuttosto la integra, migliorandone efficacia e efficienza, poichè interviene sulla modalità di gestione, rendendola più facile, accessibile, frequente, potenziando la motivazione alla continuità del trattamento intrapreso

 

 

Leggi tutto...

Percorsi alimentari educativi

RIABILITAZIONE, EDUCAZIONE E INDICAZIONI NUTRIZIONALI…
LA RIABILITAZIONE NUTRIZIONALE

La parola “Dieta” deriva dal greco e significa “stile di vita”. Non è una lista di alimenti da assumere in quantità precise e a orari definiti, ma è il modo di alimentarsi più sano e idoneo per mantenere il proprio organismo in salute. E’ impensabile riuscire a “stare a dieta” per tutta la vita, e chi ci ha provato, ne ha subìto le conseguenze; periodi di dimagrimento alternati a periodi di recupero del peso (fenomeno dello yo-yo o sindrome dell’oscillazione di peso), alterazioni del tono dell’umore durante la restrizione calorica come depressione, irritabilità, ansia... Infatti  la prescrizione rigida di una dieta, tende a far aumentare  l’incidenza degli episodi di “perdita di controllo” verso il cibo, o di episodi di “trasgressione” nei confronti di cibi considerati “proibiti” (con conseguente sensazione di “senso di colpa”); inoltre, le abitudini alimentari costituiscono un elemento assai radicato nello stile di vita delle persone, che non si riesce a modificare con una semplice prescrizione dietetica.

Leggi tutto...

ADULTI

L’intervento  è indirizzato a tutti coloro che hanno una alimentazione scorretta,  e che  presentano condizioni patologiche quali:

sovrappeso o obesità,
diabete (tipo 1, tipo 2 e gestazionale)
magrezze, sarcopenia
dislipidemie (colesterolo e trigliceridi alti), steatosi
sindrome metabolica
ipertensione, patologie cardiovascolari
insufficienza renale,
osteoporosi,
disturbi alimentari,
allergie e intolleranze, celiachia
disturbi gastro-intestinali, sindrome dell'intestino irritabile

 

 

Leggi tutto...

Percorso Dimagrimento

PERDERE PESO CON IL MEDICAL FITNESS

Presso la Blue Clinic di Bagno a Ripoli dove ricevo, struttura specializzata nella riabilitazione fisica e motoria, è stato realizzato un Percorso per la Perdita di peso che prevede l’integrazione di interventi multidisciplinari e testati scientificamente per il raggiungimento dell’obiettivo in completa sicurezza.

Clicca qui per saperne di più Perdere peso con il Medical Fitness

Leggi tutto...

Disturbi Alimentari

TRATTAMENTO INTEGRATO PSICOLOGO-NUTRIZIONISTA

Il rapporto amore-odio con il cibo, l'eccesso di preoccupazione per la forma fisica, l’alterata percezione dell’immagine corporea, sono tutti sintomi in stretta correlazione con alcuni fattori quali bassa autostima, ansia, sbalzi emotivi, pensieri ricorrenti di tipo ossessivo-compulsivo; se sottovalutato, il rapporto alterato con il cibo può diventare un disturbo vero e quindi compromettere seriamente la salute psicofisica presente e futura.

Leggi tutto...

Endocrinologo e Biologo Nutrizionista

L'INTERDISCIPLINARITA' PER LA SCELTA DELLA CURA MIGLIORE

Molte volte si rivolgono a me persone che riportano problematiche di salute non risolte, non chiaramente diagnosticate, sintomi particolari che non sanno attribuire a cause specifiche o che hanno una storia clinica incerta…Per questo, consiglio di rivolgersi il prima possibile al proprio Medico di Medicina Generale, o ad un Medico Specialista. 

In particolare, il Medico Specialista in Endocrinologia è un Medico specializzato nello studio e nel trattamento delle malattie che coinvolgono il sistema endocrino.

Il sistema endocrino e’ quel complesso di interazioni determinato dalle ghiandole endocrine, che, attraverso la produzione di ormoni, esercitano effetti su tessuti, organi e ghiandole, riuscendo a regolare molte funzioni vitali del nostro organismo, come la crescita, lo sviluppo e il metabolismo.

Se il processo di produzione delle secrezioni e del funzionamento degli ormoni non avviene in maniera corretta, si possono determinare delle disfunzioni o delle patologie.

Leggi tutto...

trattamenti nutrizionali BAMBINI IN ETÀ SCOLARE

Trattamenti nutrizionali per i bambini sovrappeso o obesi

 

Al primo incontro … accoglierò tutti i presenti con un gran sorriso e ci presenteremo…faro’ accomodare e ascolterò. Chiederò le motivazioni per le quali la famiglia si è rivolta a me e le motivazioni del soggetto interessato per capire se vi è o meno una concordanza di intenti.   Dopo aver messo a proprio agio tutti e conclusa questa fase preliminare, saranno rilevate: l’anamnesi generale, la storia del peso, i dati anamnestici (peso, altezza, circonferenze) e le eventuali problematiche relative all’alimentazione. Sulla base dei dati rilevati, sarà illustrato il percorso e il tipo di intervento che coinvolgerà tutta la famiglia in termini di obiettivi e comportamenti. Sarà consegnato materiale informativo e sarà descritta la modalità di compilazione del diario alimentare.

Leggi tutto...

Giovani e cibo. L’Adolescenza

Lo sviluppo umano rappresenta un processo che avanza attraverso delle fasi. Mentre è da sempre riconosciuta la specificità dell’età infantile dall’età adulta, è solo a partire dalla fine del XIX secolo che l’adolescenza giunge ad essere considerata un periodo circoscritto e unico della vita umana, segnato da caratteristiche biologiche e psicologiche peculiari.

L’Adolescenza rappresenta un arco di tempo relativamente breve e difficilmente contestualizzabile (generalmente collocata nel periodo di tempo che va dai 10/11 anni ai 17/18) a causa dell’ampia variabilità interindividuale e dei cambiamenti socioculturali che tendono a ritardarne sempre di più la risoluzione; durante questo periodo l’individuo si trova ad assistere ad una serie di cambiamenti di tipo biologico, morfologico, sessuale, cognitivo e sociale che lo investono in maniera evidente.

Leggi tutto...

La Dieta mediterranea e la Piramide Alimentare

Verso gli anni 70, studi scientifici hanno permesso di stabilire che, rispetto alle popolazioni di altri paesi industrializzati, quelle che si affacciavano sul Mediterraneo, avevano una aspettativa di vita più lunga e una qualità della vita migliore. La caratteristica comune di queste popolazioni era l’alimentazione, che consisteva in un alto consumo di frutta e vegetali; un  largo consumo di pane e altri cereali soprattutto integrali oltre che patate e fagioli, mandorle, noci e semi; olio di oliva come principale e quasi esclusiva fonte di condimento; abitualeuso di latte e prodotti caseari freschi; molto pesce e poca carne; uova e vino consumato in piccole quantità.
Gli anni sono trascorsi e la letteratura scientifica continua ad evidenziare gli effetti benefici sulla salute di questo tipo di alimentazione. Attraverso frutta e verdura, cereali e legumi, apportiamo all’organismo sali minerali, vitamine, acqua e fibre, oltre che zuccheri e proteine; latte e formaggi sono fonti di calcio;  non eccedendo in carne, si riduce l’apporto di grassi saturi, quelli “cattivi”, mentre con il consumo abituale di pesce, olii vegetali e semi si introducono i grassi essenziali, quelli “buoni”.

Leggi tutto...

Stile di vita attivo e attività fisica

Il Ministero della Salute sta effettuando campagne di promozione sull’attività fisica in quanto si sta  osservando che  la tendenza alla sedentarietà sia in aumento; muoversi quotidianamente produce effetti positivi sulla salute fisica e psichica della persona.
Gli studi scientifici che ne confermano gli effetti benefici sono ormai innumerevoli e mettono in luce che l'attività fisica: migliora la tolleranza al glucosio e riduce il rischio di ammalarsi di diabete di tipo 2; previene l'ipercolesterolemia e l'ipertensione e riduce i livelli della pressione arteriosa e del colesterolo; diminuisce il rischio di sviluppo di malattie cardiache e di diversi tumori, come quelli del colon e del seno; riduce il rischio di morte prematura, in particolare quella causata da infarto e altre malattie cardiache; previene e riduce l'osteoporosi e il rischio di fratture, ma anche i disturbi muscolo-scheletrici (per esempio il mal di schiena); riduce i sintomi di ansia, stress e depressione.

Leggi tutto...