logo silvia ciani

Biologo Nutrizionista

Il gelato: come gustarlo senza sensi di colpa

Questo mese ho voluto dedicare uno spazio nella rubrica di nutrizione della rivista Toscana Nuova ad un alimento che, soprattutto con il sopraggiungere del caldo, riceve dal nostro palato una considerevole attenzione, il gelato

Il gelato, soprattutto quello artigianale, se fatto bene, senza additivi e conservanti, è un prodotto sano poiché fatto con alimenti semplici, freschi e di stagione: latte, panna, yogurt, zucchero, uova, frutta fresca, frutta secca e altri ingredienti come caffè, vaniglia, cacao ecc…

Esistono fondamentalmente tre tipologie di composizione di gelato che ne determinano il valore nutrizionale oltre che il gusto: il gelato alla crema, quello al latte e quello alla frutta.

Il gelato alla crema, che è composto sostanzialmente di tuorli d’uovo, latte e zucchero, è un’ottima fonte di energia, proteine e vitamine. Il gelato al latte invece garantisce un buon apporto di calcio mentre il gelato alla frutta è generalmente composto da acqua (fino al 70%), zucchero e polpa di frutta: quest’ultimo, rispetto al gelato a base di latte e crema, è privo di proteine e di grassi e di conseguenza ha anche un minor valore energetico (normalmente un sorbetto o un gelato alla frutta apportano circa 150 kcal/100gr, mentre gli altri possono superare anche le 300 kcal/100 gr a causa dei grassi contenuti).

Le caratteristiche nutrizionali del gelato fanno si’ che possa essere considerato un ottimo integratore nutrizionale per completare (ma non sostituire!) un pasto leggero delle persone sane, o per arricchire la dieta dell’anziano, spesso anche inappetente, di proteine ad alto valore biologico e molto digeribile, e di acqua (per contrastare la disidratazione estiva) o essere infine una buona merenda soprattutto per bambini e adolescenti dopo l’attività ludica e sportiva.  

Il gelato quindi non è un alimento che "fa ingrassare” ma, come tutti gli alimenti, dobbiamo imparare a conoscerlo e a gestirlo nel modo giusto per non abusarne sia per la frequenza che per la quantità. Per appagare il nostro palato senza aver paura di esagerare troppo con le calorie, dovremmo accontentarci di una piccola coppetta con 2 gusti e abbinare per esempio una crema ad una frutta, come cioccolato e fragola, yogurt e kiwi, pistacchio e melone, stracciatella e albicocca…