logo silvia ciani

Biologo Nutrizionista

Il Diario Alimentare

Esistono numerosi studi scientifici sull'uso del Diario alimentare, soprattutto nel campo dei disturbi alimentari e nel trattamento dell'obesità: e' considerato essere, se ben usato, un valido strumento terapeutico .

 Dai Quaderni del Ministero della Salute riporto i dettagli sulle indicazioni e le modalità dell'uso del Diario indicate nelle Linee di indirizzo nazionali per la riabilitazione dei disturbi dell'alimentazione.

[...] Il Diario alimentare utilizzato come sistema di monitoraggio, prevede la registrazione possibilmente in tempo reale (cioè nel preciso momento in cui si assumono gli alimenti), scritta e compilata autonomamente, quando possibile, da parte del paziente di tutti i cibi consumati durante la giornata, specificando gli orari dei pasti e la componente qualitativa e/o quantitativa degli alimenti. ll periodo di registrazione è variabile, ma generalmente è prevista una registrazione che va da un minimo di 3 fino ai 7  giorni per eseguire una accurata anamnesi alimentare su giornate di tipologia diversa, quali i giorni feriali o festivi, dettati da impegni di vario genere, dal turno di lavoro alle attività ricreative sportive agli impregni di altri componenti della famiglia. La registrazione in tempo reale ha l’obiettivo di limitare eventuali dimenticanze, aumentando l’affidabilità. Il diario alimentare può essere compilato con una scrittura a mano, o informatizzata, di più facile lettura e condivisione. Sono anche disponibili “app” dedicate, da scaricare su tablet o smartphone. [...] I contenuti del diario alimentare sono rivisti con l’operatore per assicurare la completezza dei dati, chiarire dubbi e rilevare eventuali giornate e pattern alimentari atipici. [...] Con la lettura del diario si raccolgono i dati delle giornate alimentari, si trasferiscono su sistemi informatizzati, e infine otteniamo una stima dei consumi sulla base delle tabelle di composizione degli alimenti.  In questo modo è possibile rilevare eventuali carenze o eccessi nell’introito di energia, macronutrienti (carboidrati, proteine, grassi) e micronutrienti. [...].

La scheda di monitoraggio  è un adattamento del diario alimentare usata nel trattamento dei disturbi dell’alimentazione sia da operatori esperti di nutrizione, che si occupano della riabilitazione nutrizionale, sia dagli operatori dell’area psicologica, in particolare nella terapia cognitivo comportamentale, con un duplice fine: (1) fornire un quadro dettagliato del comportamento alimentare, portando di conseguenza all’attenzione del terapeuta e del paziente la natura del disturbo dell’alimentazione (per es. restrizione dietetica, abbuffate, comportamenti di compenso) e dei meccanismi che lo mantengono; (2) rendere più consapevole il paziente di quello che sta facendo nel preciso momento in cui lo fa, diario alimentare personalizzatofacilitando il cambiamento di comportamenti che sembrano automatici e fuori dal controllo. [...]la scheda di monitoraggio è usata anche per registrare in apposite colonne con un asterisco ogni alimento considerato eccessivo (per facilitare l’individuazione delle abbuffate oggettive e soggettive), i comportamenti di compenso eliminativi e non eliminativi, gli eventi, i pensieri e le emozioni che influenzano l’alimentazione e gli eventi importanti che non hanno influenzato l’alimentazione. [...] In taluni casi la scheda di monitoraggio può essere usata anche per registrare i livelli di fame e sazietà e per pianificare in anticipo l’alimentazione. [...] La scheda di monitoraggio permette anche di valutare i cambiamenti nel corso della terapia e fornisce un feedback continuo degli effetti del trattamento [,,,] È grazie a questo feedback che è possibile la personalizzazione dell’intervento in termini di gradualità e l’adeguamento dei target terapeutici sulla base delle problematiche via via affrontate.

Di fatto negli anni è diventato per me lo strumento d'elezione poichè mi consente di valutare numerosi aspetti  relativi al comportamento alimentare delle persone che arrivano in studio (dalla malnutrizione per eccesso o per difetto, alle intolleranze , alle malattie metboliche, alle cattive abitudini, ai disturbi psicologici), permettendomi con piu' facilità l'eventuale passaggio ad un regime dietetico piu' specifico e assai personalizzato. Il Diario alimentare, poi, da strumento di valutazione, diventa un vero e proprio strumento terapeutico quando devo intervenire sul comportamento alimentare: grazie al diario, riesco ad agire mediante l'educazione e le strategie comportamentali direttamente sulla modificazione dei comportamenti inadeguati o disfunzionali, caratteristici delle persone che hanno problemi di peso. 

Usare il Diario alimentare, per me è personalizzare e rendere unico l'intervento alla persona.