logo silvia ciani

Biologo Nutrizionista

RISOTTO CON COZZE E PECORINO

Settembre: ancora il sapore dell’estate stenta ad andarsene, ma arrivano anche le prime piogge e le temperature si abbassano. Un pasto caldo è proprio indicato. L’ingrediente base di questa ricetta è il riso, in questo caso il riso carnaroli.

Il riso carnaroli è una varietà di riso molto pregiata nata nel 1945 dall’incrocio tra due tipi di riso (Lencino e Vialone) che si è progressivamente affermata e fatta conoscere come prodotto d’eccellenza a partire dalla fine degli anni Ottanta.

Il riso carnaroli, spesso definito il “re dei risi”, presenta chicchi dal colore perlato e dalla forma allungata che tengono benissimo la cottura, rimanendo infatti integri e compatti dopo i 16-18 minuti necessari per farli cuocere. E’l’ideale soprattutto per preparare gustosi risotti avendo la proprietà di assorbire bene brodi, salse, e grassi per una mantecatura perfetta. Ha un sapore lievemente dolce per cui risulta essere un’ottima base per esaltare il gusto degli ingredienti aggiunti, prestandosi bene alla realizzazione di ricette delicate a base di verdura o pesce, fino a quelle piu’ saporite a base di formaggi.

Nell’alimentazione del diabetico, per il riso in generale è indicata una frequenza minima a causa della sua alta digeribilità e del piu’ veloce assorbimento degli zuccheri rispetto alla pasta di semola o ad altri prodotti integrali: in realtà, per renderlo metabolicamente piu’ compatibile, basterebbe non esagerare nella porzione e accompagnarlo sempre a fonti di proteine e a fonti di fibra: questa ricetta dello chef Roberto è quindi adatta a tutti, basta completare il pasto con un secondo leggero e un contorno di verdura

Esecuzione 20m

 

Per 2-3 persone

150 gr riso carnaroli

1e ½ cucchiaio di olio evo

1spicchio d'aglio in camicia

20/30 cozze

1/2 bicchiere di vino bianco

 50-60 gr di pecorino romano

Sale e pepe facoltativo

mazzetto di prezzemolo

 

  • 1 Aprire le cozze con uno spicchio d'aglio e l’olio evo in un tegame e coprirlo con un coperchio. Accendere il fuoco a fiamma alta e aspettare che le cozze si aprano. Una volta aperte privarle dal guscio e filtrare il suo liquido con un setaccio a maglia stretta.
  • 2 Tostare il riso in una pentola d'acciaio per due minuti senza olio mescolando continuamente senza bruciarlo.
  • 3 Sfumare il riso con il vino bianco e una volta evaporato l'alcol aggiungere il liquido delle cozze fino a coprire il riso e lasciarlo cuocere per 15m a fiamma media controllando che non attacchi,  aiutarsi con dell'acqua calda oppure brodo vegetale.
  • 4 Una volta portato a cottura il riso, mantecare a fiamma spenta con il pecorino fino ad ottenere un risotto cremoso. Aggiungere il prezzemolo sale pepe nella quantità desiderata.

 

Buon appetito!